12 Fughe con una Appendice (Pedini, Carlo)

Sheet Music

Scores

PDF typeset by composer
Carlo Pedini (2017/4/28)

4 more: Fuga No.7 • Fuga No.8 • Fuga No.12 • Fuga No.13 (Appendice)

PDF typeset by composer
Carlo Pedini (2017/4/28)

PDF typeset by composer
Carlo Pedini (2017/4/28)

PDF typeset by composer
Carlo Pedini (2017/4/28)

PDF typeset by composer
Carlo Pedini (2017/4/28)

Publisher. Info. Carlo Pedini, 2015/17.
Copyright
Purchase
Javascript is required for this feature.

Javascript is required to submit files.

General Information

Work Title 12 Fughe con una Appendice
Alternative. Title
Composer Pedini, Carlo
I-Catalogue NumberI-Cat. No. ICP 14
Movements/SectionsMov'ts/Sec's 12 fugues
Year/Date of CompositionY/D of Comp. 2015-17
First Publication. 2017
Dedication A Paolo Ugoletti indiscusso Maestro di quest’arte secolare
Average DurationAvg. Duration 48 minutes
Composer Time PeriodComp. Period Modern
Piece Style Modern
Instrumentation piano

Misc. Comments

Raccolta, sul tipo di quella dei Preludi, impostata sui 12 toni della scala, senza implicazioni di modo (ossia privi della distinzione maggiore-minore). L’idea iniziale, che doveva accomunare tutta la raccolta, era quella di un tentativo di mutuare l’aspetto tecnico-costruttivo della “fuga” (un soggetto, un controsoggetto, e relative imitazioni ad intervalli fissi), all’uso di materiali più “timbrici” che “melodici”. Non sempre ci sono riuscito. Credo che i risultati migliori, in questo senso, siano quelli relativi alle seguenti fughe: n°2 in sol, col soggetto contenente “grappoletti” di tre note e controsoggetto di rapidissime semibiscrome cromatiche discendenti; n°3 in fa, con testa del sogg. a figura cromatica rapidissima e in progressivo restringimento, seguita da note lunghe a completare il totale cromatico; n°5 in sib con sogg. cromatico che si ripresenta progressivamente in tre forme distinte accelerate (quintine, doppie terzine, settimine) n°6 in la, con sogg. fatto da una sola nota ribattuta e controsogg. di rapidissima figurazione cromatica e risposta sulla quinta diminuita; n°7 in mib, con sogg. fatto di 3 note staccate separate da lunghe pause e una sezione di bicordi cromatici), n°9 in lab, con sogg. cromatico che si allarga progressivamente in alto e in basso; n°10, in si, con sogg. fatto solo di trilli e controsogg. di note separate a intervalli larghi; n°11, in do#, con sogg. Cromatico e risposta alla quinta diminuita (come la n°6). La fuga n° 1 è frutto della trascrizione delle diverse entrate dei soggetti della fuga n°1 del primo libro del Wohltemperierte Klavier di Bach, partendo dalla regione più grave fino all’acuto, immaginando alla fine una ripresa della fuga dall’inizio, secondo un processo virtualmente inestinguibile. Le restanti fughe (n° 4 in re, n° 8 in mi; n°12 in fa#) sono più o meno normali, con soggetto cromatico la n°4, diatonico la n°8 e con innesto di un ritmo di tango al controsogg. la n°12. La Fuga n°13, aggiunta in appendice, è in do e vuole supplire alla mancanza di un soggetto “originale” alla Fuga n°1. Anche qui, alla fine è previsto di riattaccare il soggetto di Bach utilizzato nella prima fuga.